Malattie reumatiche: consigli, terapie e... Covid come fattore scatenante?

Malattie reumatiche: consigli, terapie e… Covid come fattore scatenante?

Qualche giorno fa è arrivata nel mio studio una signora di 55 anni che lamentava dolori articolari e muscolari. La maggior parte dei miei pazienti si rivolge a me proprio per questo motivo, tuttavia ciò che ha attirato la mia attenzione in questo caso è stato che, nonostante uno stato di salute invidiabile, nell’ultimo anno questi dolori erano apparsi improvvisamente e apparentemente senza motivo. La paziente mi riferiva di avere ora un dolore molto forte al collo, qualche settimana prima il dolore era alla schiena nella zona lombare, settimane prima aveva avuto un episodio di dolore acuto ad una spalla, prima ancora dolore alle anche e la zona inguinale. Aveva curato ciascuno dei sintomi con antidolorifici che, nel giro di un breve periodo facevano effetto. Fino alla comparsa del dolore successivo.

Negli ultimo anno ho accolto nel mio studio molte, troppe, persone con sintomi simili. È mio compito di osteopata, se sospetto la presenza di una patologia, inviare il paziente dal medico. Nel caso della signora entrata nel mio studio, il medico ha fatto la diagnosi di malattia reumatica. Questa diagnosi mi ha fatto molto pensare…

Che cosa sono le malattie reumatiche?

Le malattie reumatiche sono patologie caratterizzate dall’infiammazione di articolazioni, legamenti, tendini, ossa o muscoli. In alcuni casi possono coinvolgere anche altri organi interni. Fanno parte delle malattie reumatiche più di cento patologie: gli esempi più diffusi sono l’artrite reumatoide, il lupus eritematoso sistemico, la sclerodermia, la polimialgia

Non ci sono sintomi comuni a tutte le malattie reumatiche e comuni a tutti i pazienti, in quanto il sintomo varia a seconda dalla parte del corpo colpita. Possono manifestarsi dolore, gonfiore e rigidità delle articolazioni e dei muscoli, come nel caso dell’artrite o della polimialgia. Possono manifestarsi sintomi agli organi interni, come ad esempio difficoltà a respirare, difficoltà a ingerire i cibi oppure insufficienza renale. Spesso si presentano sintomi da infiammazione sistemica come febbre e stanchezza eccessiva.

Se non diagnosticate e curate precocemente, le malattie reumatiche possono portare alla perdita totale di funzionalità delle strutture infiammate.

Cosa causa una malattia reumatica?

Alla base dell’insorgenza delle malattie reumatiche c’è una combinazione di fattori ambientali e genetici, ovvero una predisposizione allo sviluppo della malattia. Fra i fattori ambientali coinvolti nell’esordio delle malattie reumatiche ci sono i virus. Aver contratto un’infezione virale nei mesi precedenti, aumenta la probabilità di sviluppare una malattia reumatica.

Il grande numero di pazienti del mio studio che, nell’ultimo anno, invio al medico per una possibile diagnosi di malattia reumatica, potrebbe avere a che fare con il coronavirus che imperversa ormai da un anno e mezzo? Non ci sono ancora studi risolutivi a riguardo. Forse tra alcuni anni si scoprirà una qualche relazione.

Le malattie reumatiche hanno in genere una maggiore incidenza nella popolazione femminile, pertanto si ipotizza che anche gli ormoni possano avere un ruolo nello sviluppo di queste patologie.

Diagnosi e terapia tradizionale

La diagnosi delle malattie reumatiche può essere resa difficile dal fatto che i sintomi sono comuni a diverse patologie. Per questo è necessario sottoporsi a una visita presso uno specialista reumatologo, che prescriverà delle seguenti analisi. Comunemente, si chiede di effettuare almeno gli esami del sangue, che possono dare indicazioni rilevanti sulla presenza dell’infiammazione e del fattore reumatoide.

Nel caso delle malattie reumatiche, non esiste al momento cura. Il trattamento consiste nell’assunzione di farmaci che servono per migliorare i sintomi e tenere sotto controllo la malattia. Si prescrivono in genere analgesici, antiinfiammatori e corticosteroidi (cortisone)

Come si evince, la terapia farmacologica non è sempre sufficiente a permettere al soggetto malato di condurre una vita regolare, senza che il dolore condizioni la quotidianità. È quindi importante associare
un’alimentazione bilanciata, la riduzione dei fattori di stress e il riposo.

Come terapia complementare si consiglia sempre di svolgere attività fisica regolare. Il movimento:

  • aiuta le articolazioni a non irrigidirsi troppo
  • rinforza i muscoli che diventeranno un migliore sostegno per il corpo
  • migliora la funzionalità degli organi interni colpiti dalla malattia
  • mantiene alto l’umore

Affinchè l’attività motoria non sia controproducente, consiglio di rivolgersi ad un chinesiologo competente che sarà in grado di adattare la proposta ad ogni tipo di soggetto e patologia.

L’osteopatia biodinamica come terapia complementare

Le malattie reumatiche sono generalmente croniche e a decorso degenerativo. Molto spesso, i trattamenti farmacologici aiutano a rallentare notevolmente il decorso della malattia, ma da soli non sono sempre sufficienti per il benessere quotidiano del paziente.

Un trattamento specifico di osteopatia può essere un importante supporto per migliorare la qualità della vita della persona affetta da malattia reumatica, alleviare il dolore e soprattutto supportare la risposta del fisico alla terapia.
In particolare, l’osteopatia biodinamica ha proprio l’obiettivo di stimolare l’attività più profonda del corpo così che possa rispondere al meglio alla terapia e favorire i processi di guarigione.

In particolare, l’intervento dell’osteopata può agire su:

  • Sollievo immediato dai sintomi
  • Riduzione del dolore e del gonfiore
  • Miglioramento di della mobilità articolare e muscolare

L’osteopata può essere d’aiuto con consigli sullo stile di vita e sull’utilizzo corretto del corpo. Il risultato sarà un miglioramento notevole del benessere generale del corpo che permetterà di condurre una vita decisamente più serena per chi è affetto da queste patologie croniche.

 

Sapevi di poterti rivolgere all’osteopata in caso di malattie reumatiche? Se vuoi avere altre informazioni, non esitare a contattarmi!